Tutti vogliamo vivere in una città interconnessa

Ma cos’è che fa diventare una città intelligente?  Dai parcheggi al monitoraggio infrastrutture, passando dai rifiuti alla sharing-economy.

Il network arkytec | 360°-SPM, che si occupa di integrare l’innovazione 4.0 allo sviluppo dei territori, sta lavorando su

10 punti chiave per costruire la città del futuro e assicurare progetti adeguati in ambito “smart“. 

1. 4.0? Non solo BIM


I nuovi crediti d’imposta sono previsti per 2 anni. La decorrenza della misura è anticipata al 16 novembre 2020.

Per il settore delle costruzioni l’Industria 4.0, o forse si potrebbe dire l’Edilizia 4.0, è sinonimo di un cambiamento radicale del modello, che abbandoni l’individualismo tra i diversi soggetti per passare a un nuovo rapporto basato sull’integrazione collaborativa, sul BIM, su Mezzi stati di sistemi 4.0, ma anche di soluzioni Cloud, di gestione e analisi dei Big-Data che forniranno i sensori sempre più richiesti. Per questo in arkytec | 360° – SPM abbiamo Innovation Manager iscritti all’elenco Mi.SE. esperti e formati in tema di innovazione. 

Infrastrutture e oggetti dotate di una molteplicità di sensori, con prestazioni e pervasività presenti nel tempo.

Possono essere già implementati diversi sistemi di monitoraggio che interessano l’infrastruttura stradale per il controllo del traffico nei loro vari aspetti, per il monitoraggio di ponti, viadotti e gallerie, barriere stradali, condizioni idrogeologiche: la tecnologia IoT offre già oggi (e offrirà sempre più nel futuro) soluzioni a basso costo per esigenze specifiche. Analizzando i Bandi di fine 2020 e inizio 2021 non si può non essere presenti in questo settore per COSTRUIRE IL FUTURO!!!.

2. Smart Mobility
3. Economia Circolare

Dobbiamo contribuire ad accelerare la transizione verso un’economia circolare e generare valore anche nella raccolta

Il fallimento della raccolta Porta a Porta con le proprie criticità devono spingere verso nuovi modelli di raccolta. 
Stiamo lavorando per rendere intelligenti sistemi di raccolta interrata che coniugano tecnologia, comfort, flessibilità, libertà h 24, attenzione ecologica, sociale ed efficacia economica. Fornisce alle Pubbliche Amministrazioni strumenti tecnologici per la gestione delle informazioni e divulgazione verso gli utenti e il passaggio dalla tassa alla tariffa.

Ricerca e Sviluppo per creare nuovi materiali provenienti dal recupero

Nel nostro centro di Ricerca e Sviluppo, con sede a Collina d’Oro (Lugano), supportiamo un gruppo di scienziati, inventori, ricercatori in diversi settori, uniti per migliorare la qualità della vita e proteggere il nostro pianeta incrociando le loro esigenze di divulgazione e ricerca di investitori, per passare dall’invenzione alla industrializzazione. Tra queste una macchina per la polverizzazione totale, disidratazione e sterilizzazione dei materiali trattati, per nuovi riutilizzi.

4. Riuso dei materiali
5. Quarta dimensione

I trasporti sostenibili del futuro: tunnel sotterranei e sistemi volanti?

Fin dall’antichità l’uomo ha scoperto per il proprio vivere il sottosuolo e, seppur forse inconsapevolmente ne aveva già tracciato la strada per la Smart City.
Oggi il tema del sottosuolo è tornato di attualità nella realizzazione di infrastrutture per la mobilità urbana, come reti metropolitane, tunnel stradali, parcheggi o nella realizzazione di reti per le utility e ridurre il rischio idrogeologico grazie alle tecnologie no-dig.

Energia dalle Onde. Ci siamo

Una città intelligente non ne può proprio fare a meno dell’energia rinnovabile. Dobbiamo favorire l’energia pulita e sfruttarla sia all’interno del centro urbano, sia nella fascia costiera dove (in Italia) vive circa il 60% della popolazione di cui le città costiere rappresentano circa il 24% della popolazione. Dalle boe galleggianti una opportunità su cui i nostri ricercatori hanno terminato i test rendendo la tecnologia pronta per gli appalti pre-commerciali per coprire parte del fabbisogno energetico.

6. Energie rinnovabili
7. Domotica

Nel ciclo di vita dell’edificio intelligente

L’edificio è intelligente quando è in grado di gestire in modo ottimale l’energia e fornire il miglior comfort possibile a chi vi abita, rendendo gli utenti quanto più consapevoli dei consumi e del modo migliore per ridurli. La nascita e lo sviluppo dello smart building passa da una serie di sensori che riescono a monitorare in tempo reale i parametri.
Già nel 2017 avevamo proposto per la nuova Sede Associazione Disegno Industriale (ADI) e Collezione Storica Compasso d’Oro a Milano la tecnologia Qlear, quella che nel luglio 2019 è stata riconosciuta a San Francisco la prima piattaforma al mondo per il controllo della qualità ambientale, che si collega al LEED e al nostro disciplinare edilizialogica.

L’economia della condivisione sopravviverà alla Pandemia Covid 19?

Veicoli condivisi come car sharing, bike sharing, scooter sharing, ma anche car pooling e analoghe modalità di condivisione, che potremmo considerare un sottoinsieme della sharing economy.
L’economia si rimodellerà e anche questo pezzo di economia non scomparirà e potrebbe attrarre anche la people sharing. 
In questo scenario la condivisione di piattaforme logistiche, di magazzini di prossimità in città sono driver molto interessanti che, dal nostro punto di vista, con la digitalizzazione, non mancheranno nella città del futuro, con una nuova normalità.

8. Sharing economy
9. Gestione dei dati

Grazie alla digitalizzazione avremo un gran numero di Big Data e soluzioni di Intelligenza Artificiale

La crescita delle città intelligenti è fondamentale se vogliamo far fronte alle esigenze future dei cittadini e delle organizzazioni.Fino alla fase di analitica il Project Management, nelle sue aree di gestione Tempi & Costi avranno notevoli vantaggi. Ci saranno report veloci per supportare le decisioni, ma il successo dipende in gran parte dall’uso efficace dei dati, dalla rete e infrastrutture Cloud di supporto, che la tecnologia rende disponibile.
Sia per il decisore nel governo locale o in una impresa, è tempo di investire nella tecnologia necessaria per garantire che la strategia di gestione dei dati sia una priorità assoluta.

Creare Sinergie vincenti diventa fondamentale per far emergere il potenziale

Dal 2013 quando è nata l’idea di arkytec | 360° – SPM come rete per raggruppare professionisti e imprese, che collaboravano insieme già da tempo, abbiamo condiviso che era un modello di business vincente e sarà ancora di più in futuro.
I modelli di business si evolveranno e nasceranno nuove federazioni o reti, JV, alleanze, ATI, ecc. perchè per competere ed essere Vincenti sarà necessario attraversare i diversi silos di discipline per fornire un servizio Globale.

10. Sinergie Vincenti

Investiamo con te per innovare l’Ufficio Gare

Promozione in corso

Durante il lockdown abbiamo lanciato #celafaremolavorando e abbiamo condiviso la necessità di una promozione partita a luglio 2020 e fino al 31-03-2021.

Il programma RESTART per le imprese e professionisti che consente di risparmiare fino al 50% per i nostri clienti.

Leggi anche

COSTRUIAMO IL FUTURO INFIEME!!!

Cosa aspetti, il tempo è una risorsa non rinnovabile. Abbiamo attivato il modo più semplice per condividere con noi le tue idee o i problemi da risolvere.

Clicca sul modulo contatti qui sotto  invia subito il progetto tramite WeTransfer a info@arkytec.com . Puoi inviarci gratuitamente 2 GB di file o cartelle…